• 6ORE Percorso 2019

PERCORSO & LOGISTICA 2019
Per questa settima edizione abbiamo concepito un percorso rinnovato, mantenendo però la logistica al Forte Degenfeld (parcheggi, ritrovo, partenza/arrivo, ritiro pettorale, deposito borse, area cronometraggio, ristoro, pasta party, premiazioni, servizio bar, wc).
Il percorso 2019 misura 7 km per 350 metri di dislivello positivo, con spiccate caratteristiche trail, ovvero pista monotraccia, saliscendi ripidi e scoscesi, fondo mosso, cambi di direzione, pietrume, radici e altre caratteristiche peculiari della corsa su sentiero.
Il tracciato sarà dunque un po' più duro rispetto al passato e i tempi sul giro risulteranno lievemente aumentati!
La gara si svolge in pieno inverno, confidiamo nella clemenza del meteo, ma siamo/siate pronti a tutto!
Il percorso sarà balisato solo nell'imminenza della gara, per mantenere intatto l'effetto sorpresa.


Il quadro d'insieme qui pubblicato è una rappresentazione di massima dei luoghi attraversati che unitamente al roadbook vi consente di avere una idea piuttosto precisa delle difficoltà altimetriche e delle caratteristiche del terreno di gara.
In ogni caso fa sempre e comunque fede il balisaggio con fettucce, bandierine e frecce Verona Trail Runners.
La traccia non sarà pubblicata.

 

 

Percorso: descrittiva analitica
Il percorso, dalle spiccate caratteristiche trail, misura 7,2 per 350 mt di dislivello positivo.
Si parte e arriva dal Forte Degenfeld di Piovezzano di Pastrengo, Verona.
Il tracciato si sviluppa su promontori e colline tra i 100 e i 250 metri di quota. Il terreno di gara percorre stradelli, single trail (o pista monotraccia) nel bosco o sottobosco, radure prative, uliveti e vigneti oltre a brevissimi tratti su asfalto o pavè in prossimità della zona di arrivo/partenza.  Salite e discese sono distribuite lungo tutto lo sviluppo del percorso, ma si può ragionevolmente affermare che le maggiori difficoltà altimetriche e tecniche si concentrano tra il 3° e il 5° km.
Il tracciato richiede adattamento al trailrunning, propensione per terreni tecnici, fangosi da affrontare con piede sicuro e piglio deciso. La stagione invernale, invece, esige abbigliamento adeguato, preparazione a freddo, pioggia e altre situazioni ambientali tipiche della stagione.
Il percorso sarà balisato con fettucce arancioni, bandierine arancioni, freccie gialle su fondo nero con il logo VTR (VeronaTrailRunners) oltre ad altra cartellonistica o segnaletica inequivocabile ove necessario.
A seguire, a scapito di equivoci sulle “caratteristiche trail” del percorso, una descrittiva analitica km per km:
Km 0 - Km 1: Partenza in linea su terreno misto asfalto / sterrato fino a inserirsi nel bosco in single trail e scendere per ampi tornanti dal fondo sassoso (attenzione!). Ripida virata a destra per affrontare l’inedita salita detta “Tagliabosco”  (120 mt 60d+, pendenza max >30%). NB: per agevolare il flusso dei concorrenti alla partenza, il primo giro percorrerà una variante su asfalto di circa 400 metri.
Km 1- km 2: in lieve salita sterrata si sale ancora fino a innestarsi nella cd “Pungitopaia”, un saliscendi tortuoso nel sottobosco in pista monotraccia piuttosto stretta e dal fondo irregolare. Difficile superare anche se non mancano piccoli slarghi di cui approfittare: comunque annunciarsi prima di superare o agevolare il sorpasso a seconda dei casi.
Usciti dalla “pungitopaia” su stretto sentierino si scende con piccolo balzo su tratto corribile lungo stradello sterrato che lambisce campi e prati
Km 2- Km 3: In alternanza tra vigneti e sentiero boscoso in lieve salita si raggiunge il campetto da calcio alle spalle del Forte Nugent di loc. Telegrafo e dopo attraversamento strada asfaltata (fare attenzione, l’attraversamento è presidiato, ma la strada è aperta al traffico vicinale), per stradello tra gli ulivi si scende fino a una repentina inversione a “U”.
Km 3- Km 4: in ripida “direttissima” tra gli ulivi si percorre la salita conosciuta come “Getsemani”, molto impegnativa (200 mt 70d+ pendenza max > 30%). Si scollina e si svolta a destra in discesa su pista monotraccia tortuosa dai profondi solchi. Attenzione! Un brevissimo "canalino" percorribile per via diretta o aggirabile seguendo la “chicken line” (per chi non se la sente), anticipa la svolta a destra su single trail misto sottobosco / “prateria” fino ad una valletta.
Km 4- Km 5: D qui si attacca la “Ripidissima” per via diretta (solo 20 mt ma con pendenza  max >40%: anche qui possibilità di chicken line su più agevole tornantino) e sempre in ascensionalità si percorre la cd “Spianà”, radura prativa che porta alla omonima cima. Presidio medico e punto controllo.
Svoltando a destra si entra nel bosco con sentiero downhill tecnico detto del “Vajo”. I primi 50 metri vanno affrontati con attenzione. Non esposto, protetto all’interno di una valletta, ma dal fondo ripido e sassoso, che in condizioni di umidità o pioggia può diventare particolarmente scivoloso.
Si prosegue poi agevolmente tra discesa e brevi risalite fino a raggiungere il ponte del Canale Biffis.
Km 5- km 6: Di nuovo ripida erta su esile sentiero a mezza costa fino a incrociare il ciotolato della Via del sale che percorreremo in discesa. A seguire scorrevolezza tra su e giù nel bosco.
Km 6- km 7,2: Rapido cambio di direzione destra-sinistra e innesto su veloce stradello “lungovigneto” per ritrovare poco dopo il sentiero di sottobosco. Successivamente un po' di asfalto in salita: è la cd “Betumen” cui segue una scalinata in pavè fino alla chiesa di Piovezzano (pendenza max 15%)  Attenzione, strada rotabile a ridotto traffico vicinale. Punto presidiato.
Gradini in cemento, sentierino “lungomuro”, scaletto (!) e pertugio che conduce al promontorio della fortezza. A seguire “Muro Degenfeld” (pendenza max > 30%). Andirivieni panoramico prima nel bosco a mezzacosta e poi lungo il terrapieno della fortezza. NB: Evitare di correre troppo vicino al fossato. Zona delimitata da transenne e nastro.
Ingresso con girotondo al Forte Degenfeld e passaggio al punto cronometraggio.
E così via per più volte, ripetutamente, fino alla sesta ora di gara!

Per quanto qui non contemplato si rimanda al Regolamento della 6 Ore Pastrengo Trail.

Il percorso potrà subire modificazioni in base alle condizioni ambientali, climatiche o logistiche.